Angiomi

Neoformazione benigna caratterizzata da iperplasia del tessuto vascolare, che può essere congenita o acquisita.

L’angioma o emangioma congenito è conosciuto anche come nevo a fragola e può mostrare una rapida fase di crescita seguita da una fase di involuzione (ovvero una riduzione graduale delle proprie dimensioni).
Si tratta di una malformazione presente dalla nascita sostanzialmente stabile.

Al contrario l’emangioma acquisito o malformazione vascolare è solitamente una lesione persistente, a crescita lenta ma senza episodi di involuzione.

Entrambe le lesioni possono assumere una colorazione che varia dal rosso intenso al blu/violaceo.
Quando vengono compresse si ischemizzano perdendo la colorazione.

Queste neoformazioni si presentano morbide al tatto( soprattutto in una fase di involuzione), con una grandezza variabile e con dei bordi ben definiti o irregolari.

Le sedi più colpite a livello del cavo orale sono le labbra, lingua e mucosa geniana.

L’eziologia è sconosciuta e gli emangiomi solitamente non causano sintomi durante o dopo la loro formazione.

Diagnosi diffrenziale:
Lipoma:
Neoformazione di accrescimento lento caratterizzata da cellule adipose.
Si presenta come una lesione morbida come l’angioma ma con una colorazione giallastra che non cambia alla pressione.
Fibroma:
A differenza dell’angioma il fibroma mantiene lo stesso colore della mucosa interessata e ha una consistenza più dura.

Trattamento:
Nonostante la maggior parte degli emangiomi scompare senza trattamento, il processo involutivo può richiedere parecchio tempo;
Per questo l’escissione chirurgica con laser -> a diodi o -> CO2 è il trattamento di elezione in caso di emangiomi piatti o se compaiono in zone esteticamente significative o per quelle lesioni caratterizzate da vasi sanguigni superficiali residui nel caso di risoluzione incompleta.