frenulo corto – Anchiloglossia

Anchiloglossia (Sindrome del frenulo corto)

Il frenulo linguale è una struttura anatomica dinamica a livello del cavo orale, una sua alterazione (L’anchiloglossia) limita i movimenti della lingua

L’Anchiloglossia è una patologia congenita del cavo orale appartenente al gruppo della palatoschisi

caratterizzata da frenulo linguale, muscolo genioglosso o di entrambi che tendono ad avere dimensioni ridotte rispetto alla norma con annessa un’ interferenza nel normale movimento della lingua che può causare vari deficit tra cui:

Articolazione del linguaggio ( i suoni che più spesso risultano  alterati sono  /s/,/r/,/t/, /d/ e /l/)

Deglutizione insufficiente supporto palatale per produrre una deglutizione adulta matura

Problemi ortodontici/malocclusioni (Cross bite, Open bite, Diastema tra gli incisivi centrali)

Da un punto di vista eziologico, tale condizione si osserva in circa il 3-4% dei neonati con una maggiore prevalenza nei maschi (rapporto maschi/femmine 3:1) [1,2,3,,5]

Classificazione:

Il frenulo viene valutato ipertrofico quando il grado è 4 o 5 e frenulo normale quando è inferiore al grado 3.

Questa limitazione dei movimenti linguali rende impossibile il normale sviluppo delle strutture dell’apparato stomatognatico, pregiudicandone totalmente le funzioni.

Grado 1: Lingua che ha un movimento totalmente libero; la punta della lingua può raggiungere il punto più alto/palato. La lingua raggiunge un perfetto grado di verticalità.

Grado 2: Lieve frenulo,  quasi piena mobilità della lingua (raggiungimento di tre quarti dello spazio intraorale, ma non si ottiene il contatto con il palato), si osserva quando la bocca è aperta al massimo

Grado 3: Ipertrofia moderata, moderato deficit della mobilità, lingua biforcuta o a forma di cuore per la tensione prodotta

Grado 4: Livello di mobilità linguale piuttosto ridotto; la lingua è bassa ma si possono ancora osservare la base della lingua e il frenulo, crescita ossea e le funzioni orali sono ostacolate.

Questo grado di patologia richiede un intervento chirurgico essendo già moderatamente grave

Grado 5:  Mobilità linguale è totalmente limitata/ Anchiloglossia grave. Il frenulo sublinguale impedisce praticamente il movimento della lingua, necessario un intervento chirurgico. [5]

Trattamento

Le anchiloglossie di grado 4 o 5 necessitano di un intervento chirurgico.

Il frenulo linguale con anchiloglossia di grado 3 viene valutato come necessitante di un intervento chirurgico se correlato ad un’altra alterazione, patologia o disturbo.

Il trattamento consiste tendenzialmente in tre fasi distinte:

  • Osservazione
  • Intervento del logopedista
  • Intervento chirurgico

La tecnica chirurgica d’ elezione per questa condizione patologica soprattutto nelle forme più gravi è la frenulectomia e la plastica linguale.

È una procedura rapida, con basso rischio di complicanze e può essere eseguita mediante anestesia locale anche in regime ambulatoriale senza quindi per forza necessitare di regimi di narcosi e/o sala operatoria ed anestesia generale che vengono tuttavia presi comunque in considerazione in caso di morbilità importanti dei pazienti.

La tecnica chirurgica:

Frenulectomia e plastica romboidale:

  • Infiltrazione sottomucosa con una soluzione anestetica con un vasocostrittore
  • Incisione a lama fredda romboidale orizzontale, Incisione sottomucosa con dissezione (5 mm) dei margini e la dissezione dei due muscoli genioglosso.
  • Emostasi con punti semplici di 4/0 riassorbibili (difficile rimozione punti soprattutto pazienti pediatrici
  • In alternativa si può utilizzare anche la tecnica mediante elettrbisturi che ha il vantaggio di tagliare e contemporaneamente coagulare permettendo quindi di evitare l’ utilizzo di emostasi mediante punti di sutura [1,4,5]

Bibliografia:

1)Becker S, Mendez MD. Ankyloglossia. [Updated 2021 Aug 27]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2021 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK482295/

2) Mills N, Pransky SM, Geddes DT, Mirjalili SA. What is a tongue tie? Defining the anatomy of the in-situ lingual frenulum. Clin Anat. 2019;32(6):749-761. doi:10.1002/ca.23343

3)Ficarra, F (2006).Manuale di Patologia e Medicina Orale.McGRAW-HILL

4)Chiapasco, M. (2013). Manuale illustrato di chirurgia orale. Italia: Edra.

5)Ferrés-Amat E, Pastor-Vera T, Ferrés-Amat E, Mareque-Bueno J, Prats-Armengol J, Ferrés-Padró E. Multidisciplinary management of ankyloglossia in childhood. Treatment of 101 cases. A protocol. Med Oral Patol Oral Cir Bucal. 2016;21(1):e39-e47. Published 2016 Jan 1. doi:10.4317/medoral.20736

caso 1

caso 2